Presentazione

Aldus 2.0 è una rivista internazionale che promuove un dibattito sulla testualità digitale negli ambiti filologico, letterario e linguistico

Internazionale
Formato elettronico
Platinum open access
Double blind peer-review
Semestrale

Scopi e obiettivi

Aldus 2.0 intende stimolare e promuovere un dibattito attorno ai temi principali delle Digital Humanities tanto nell’ambito filologico-letterario quanto in quello linguistico. La diffusione delle nuove tecnologie e la loro applicazione nelle diverse aree dell’italianistica ha offerto nuove prospettive di studio, di analisi e di ricerca e ha aperto questioni tecniche e teorico-metodologiche che rappresentano una grande sfida per filologi, linguisti, editori e non solo. Richiamando idealmente la rivoluzione di Aldo Manuzio e la portata del suo progetto culturale, Aldus 2.0 guarda con spirito critico e attento agli sviluppi degli studi umanistici con un occhio rivolto costantemente al passato, elemento imprescindibile per una corretta visione del futuro.

La rivista non si rivolge soltanto a linguisti e filologi ma ha l’ambizione di essere uno spazio aperto al confronto con le altre discipline, ad esempio con le numerose aree delle scienze della comunicazione, e al loro apporto: l’approccio interdisciplinare valorizza infatti metodi e prospettive che fanno luce su aspetti che rischierebbero di essere ignorati o poco discussi adottando un approccio mono-disciplinare. È anche in questo senso che Aldus 2.0 cerca di proporsi come prodotto innovativo rispetto alle altre realtà editoriali che trattano le tematiche connesse alla rete e ai suoi testi.

Logo Bembus

Aldus 2.0 è parte di Bembus

Aldus 2.0 è una rivista internazionale sulla testualità digitale che è parte di Bembus, una comunità internazionale di giovani studiosi che intende studiare le applicazioni informatiche ai fini dell’esegesi e della filologia dei testi letterari.

Bembus organizza eventi (convegni, giornate di studi, seminari e workshop) sui temi della testualità digitale, della filologia digitale e della linguistica dei social network e partecipa all’implementazione di progetti di Atenei e istituzioni nazionali e internazionale, oltre che alla sviluppo di progetti propri.

Contenuti

Il campo d’indagine di Aldus 2.0 riguarda i testi prodotti in rete in tutte le loro forme, dalle edizioni digitali delle opere letterarie alle produzioni scritte di altro genere, senza escludere, anzi valorizzando, i processi interpretativi e comunicativi sottesi. Più nel dettaglio Aldus 2.0 accetta contributi che riguardano due aree principali.

Filologia e letteratura

I lavori di quest’area tematica sono relativi cioè ai cambiamenti apportati dalle nuove tecnologie alle scienze del testo e alla letteratura. Appartengono a questo ambito i lavori che affrontano le questioni teoriche e metodologiche relative alla realizzazione delle edizioni scientifiche digitali; i contributi che discutano degli strumenti delle Digital Humanities a disposizione del filologo, dai linguaggi di markup alle trascrizioni semi-automatiche del testo, dalle immagini digitalizzate ai database ecc., la loro adeguatezza e i relativi problemi tecnici e applicativi.

Alla medesima area appartengono i saggi che mettano al centro della discussione i cambiamenti apportati dalle nuove tecnologie ai processi di interpretazione testuale, al rapporto fra il testo e il fruitore delle edizioni digitali, e che contribuiscano a definire l’impatto che gli stessi mezzi hanno avuto sulla diffusione del sapere e sulla trasmissione della conoscenza. In ogni caso l’oggetto principale è il testo con le sue caratteristiche specifiche poiché è soltanto mediante un suo studio attento che può essere compresa a fondo la dimensione extra-testuale, ad esempio i fenomeni culturali e sociali da esso derivanti. Sono accettati i lavori che riguardino non solo i testi letterari come documenti storici, e l’impatto che le nuove tecnologie hanno in termini di ricostruzione, produzione e conservazione, ma anche gli altri tipi di prodotti, dai testi non letterari ai progetti di tipo collaborativo come Wikisource.

Linguistica

L’ambito linguistico è relativo ai cambiamenti prodotti dai nuovi media sulle produzioni scritte in rete e più in generale sulla scrittura, ormai divenuta vera e propria forma di comunicazione di massa anche grazie alla diffusione dei social network. Al riguardo sono accettati i contributi in cui vengano messe in risalto non solo le differenze ma anche le analogie rispetto alle forme di scrittura tradizionali. In quanto fenomeno sociale la lingua è strettamente legata al contesto in cui viene adoperata: da ciò deriva l’importanza assunta dai luoghi virtuali della società della comunicazione 2.0, dai forum, ormai sostituiti quasi del tutto dai gruppi Facebook, alle community, dai blog ai siti Web. Aldus 2.0 invita a proporre lavori che siano in grado di mettere in risalto il rapporto tra lingua e contesto e che riguardino anche singoli fenomeni linguistici e testuali.

A parte vanno considerati gli sviluppi del giornalismo in rete poiché è soprattutto in quest’ambito che emerge lo stretto rapporto che lega la scrittura e i motore di ricerca, Google ma non solo, che con i lori algoritmi posizionano il post nella SERP decretandone il successo o l’insuccesso. Al riguardo sono accettati i contributi che discutano tale rapporto, gli studi sulla SEO, cioè l’insieme delle tecniche e delle strategie per il corretto posizionamento del post, nonché i lavori sull’analisi e sul funzionamento dei software di scrittura guidata o automatica. Più in generale sono accettati i contributi volti a indagare i meccanismi e i processi, terminati o ancora in atto, innescati dalla cosiddetta CMC (Comunicazione Mediata dal Computer).

Uscite

Aldus 2.0 è una rivista elettronica internazionale ad accesso gratuito. La periodicità è semestrale: a un primo numero dal tema libero, che ospita contributi sui principali campi d’indagine, si affianca un numero monografico che approfondisce argomenti specifici. In tutti i casi sono tre le sezioni in cui sono articolati i contenuti: 

  • Saggi: saggi di tipo linguistico-filologico o letterario;
  • Progetti: presentazione di progetti che riguardano il campo di studi della rivista;
  • Recensioni: recensioni di libri e articoli scientifici.
Invia una proposta
Leggi le linee guida
Vai al Centro di supporto